buzzoole code
20/04/2018

Alla scoperta di Mykonos, parte 3 | Tropicana

Ci eravamo lasciati alla fine del primo giorno di permanenza su Mykonos, la meta della nostra stravagante vacanza. Avevamo esplorato le spiagge più vicine e, una volta noleggiata la Panda a benzina assegnataci dal noleggiatore, ci siamo diretti verso altre mete, ben più lontane. Il “misterioso” Tropicana stava per essere svelato..

Di fronte al nostro appartamento
Di fronte al nostro appartamento

In particolare, eravamo (ovviamente) alla ricerca di qualche locale dove passare le serate successive. Anche perché il giorno dopo sarebbe stato sabato, sicuramente quello più “gettonato” dai non molti turisti ancora rimasti sull’isola. Ci cade l’occhio sul Tropicana, e sulla sua spiaggia; il locale, consigliatoci dalle famose amiche del primo articolo, è infatti situato su una bellissima spiaggia. Anche se non a livello di diverse altre che visiteremo nei giorni successivi.

Il Cavo Paradiso, altro locale molto rinomato, chiude (per nostra sfortuna) proprio il giorno in cui sbarchiamo dall’aereo. Dobbiamo “rimediare” proprio sul Tropicana, e le aspettative sono ottime. Ad esempio, il campo di bottiglie vuote all’entrata, posizionate ad hoc per stupire chi arriva e farci sperare in qualche buon drink.

I problemi sono come al solito i prezzi,e il Tropicana non è l’unico. A parte le birre da 4,50€ l’una, decidiamo di fare una pazzia e prendiamo una bottiglia di Prosecco a ben 50€ (!!!), da dividere. 10€ a testa in fin dei conti, ma vi lascio immaginare i prezzi del resto del “menù”, se così lo si può chiamare. Ma ormai, siamo arrivati fin lì e non facciamo qualche cazzata? In senso buono ovviamente.

Dopo aver esplorato la spiaggia e i suoi dintorni, ci dirigiamo verso casa per preparaci alla serata. Impossibile dimenticare la bellissima striscia di roccia che attraversa sott’acqua tutta la spiaggia, permettendo di camminare a filo con il livello del mare per tutta la sua lunghezza. Ma, bando alle ciance, siamo pronti a partire!

Nel casino del nostro piccolo appartamento, con un po’ di difficoltà siamo riusciti a trovare tutto il necessario per la festa in arrivo. Con la nostra infaticabile Panda (che però mangia benzina come poche) e Google Maps giungiamo al luogo fatidico. Appena entrati, con tanta adrenalina in corpo, analizziamo la situazione.

Ci aspettavamo più persone, ma visto il periodo non sono nemmeno poche. Essendo un locale all’aperto, diciamo che erano quantificabili in un centinaio forse, chi più, chi meno. Troviamo molti più italiani di quanti ce ne aspettassimo, ma anche tedeschi, francesi, inglesi, e chissà quanti altri. In particolare attacchiamo bottone con un tedesco, felice di prendere in giro con noi qualche francese di passaggio. “Ridateci la gioconda..”

Spicca subito un gruppo di ragazze italiane, venute a Mykonos per celebrare un addio al nubilato. Mi chiedo io che senso abbia farlo proprio su quest’isola, forse si sposeranno a Mykonos? Chissà, purtroppo non abbiamo avuto la fortuna di scoprirlo.

Ma intanto ci godiamo la serata. Balliamo come solo noi sappiamo fare, in maniera a dir poco “ignorante”, ma divertendoci come non mai. Plauso al bravissimo DJ che non fa mai abbassare il divertimento; la qualità dei suoi remix si sente, dalla prima all’ultima canzone. E come non citare il “presentatore”, un simpaticissimo ragazzo di colore che ne combina veramente tante! Ballerino sì, ma soprattutto grande intrattenitore!

Che altro dire? La festa scorre liscia, le persone non sono tante ma il posto è ben fatto, la musica è buona e noi ci divertiamo! Torniamo a casa a notte fonda ma nemmeno così tardi, non abbiamo esagerato con niente ma siamo felici. Rimane purtroppo un po’ di rammarico perché nelle serate successive ci sono molte meno persone che bazzicano i locali, e quel sabato fu l’unica vera occasione per divertirsi.

Insomma, i primi due giorni a Mykonos sono stati anche i più intensi. Il Tropicana ha salvato la nostra vita notturna, nonostante il periodo da altissima stagione siamo riusciti a divertirci e non poco. Era ormai arrivato il tempo di rilassarci e di goderci quelle bellissime spiagge!

Nel prossimo articolo vi parlerò di quelli che sono stati gli ultimi momenti chiave della nostra splendida vacanza, anche perché per diversi giorni non abbiamo fatto altro che abbronzarci e fare il bagno nelle limpide acque di Mykonos. Ma non vi preoccupate, le novità non mancheranno mai!

SEGUITEMI SU TWITTER ED INSTAGRAM PER VEDERE IL TROPICANA!

[Widget_Twitter id=”1″]

[wdi_feed id=”1″]